0
Your shopping cart is empty!

Il medico vi aiuta: La vitamina B12 e l'acido folico

Rate this item
(0 votes)
Written by Venerdì, 10 Maggio 2019 09:15;
Published in News;

Buongiorno Cari Lettori, oggi la dottoressa Patrizia Gilmozzi ci parlerà della vitamina B12 e della vitamina B9 più conosciuta come acido folico.

Le vitamine B sono un gruppo di vitamine coinvolte nel metabolismo cellulare, ossia l’insieme delle reazioni chimiche che avvengono nella cellula per costruire nuove molecole o distruggerne altre.

Queste vitamine hanno proprietà fondamentali per il nostro organismo e svolgono diverse funzioni.

Le vitamine del gruppo B sono la:

  • Vitamina B1
  • Vitamina B2
  • Vitamina B3 o PP
  • Vitamina B5
  • Vitamina B6
  • Vitamina B8 o H
  • Vitamina B9 o acido folico
  • Vitamina B12

 

La vitamina B9 e B12

Oggi parleremo più precisamente della vitamina B12 e dell’acido folico. La loro carenza provoca una forma di anemia dove i globuli rossi presentano un volume ingrossato. I sintomi della loro carenza sono, per certi aspetti, simili a quelli dell’anemia: stanchezza, malessere, pallore, insonnia, scarsa memoria, difficoltà nel camminare.

Queste due vitamine sono fondamentali nello sviluppo del sistema nervoso.

La vitamina B12 è presente quasi solamente in alimenti di origine animali e praticamente assente in quelli di origini vegetali, mentre l’acido folico prevale nei vegetali.

La prima risente minimamente della cottura e del contatto con l’acqua, mentre la seconda è sensibile a questi fattori. Per ovvi motivi la loro presenza nei cibi è determinata dalla conservazione e dalla loro preparazione in cucina.

La mancanza della vitamina b12 è molto rara e si riscontra più spesso nei vegani che escludono anche formaggi, latte e uova. Nel caso in cui la carenza si manifesti nonostante si segua una normale dieta alimentare, il medico curante dovrà cercare patologie dello stomaco. Per poter essere assorbita, infatti, la vitamina b12 deve legarsi ad una sostanza prodotta dallo stomaco.

La quantità di vitamina b12 consigliata è di 2mg al giorno.

I depositi di acido folico si trovano nel fegato e sono minimi e ciò spiega la relativa rapidità con cui si può andare in contro ad una carenza in pochi mesi. Le persone più a rischio sono le persone che mangiano poco e che abusano di alcol. Il fabbisogno di vitamina b9 è di 200 mg al giorno. Nelle donne in gravidanza è consigliata una dose di 400 mg al giorno perché serve per prevenire la spina bifida nel bambino.

Quale alimentazione seguire?

È importante seguire una dieta equilibrata e variegata. Deve essere ricca di alimenti di origine animale e vegetale per coprire il fabbisogno di entrambe le vitamine: carne (fegato, cuore, rognone), pesce (aragosta, granchi, gamberi), uova, latte e derivati, spinaci, verza, bietole, barbabietole, lattuga, asparagi, radicchio, pomodori, cavolfiore, indivia, broccoli, cavolini, rucola, melanzane, zucche, legumi, agrumi, carote, cocco, noci, nocciole, mandorle, pistacchi, crusca, germe di grano, soia e derivati.

La frutta è ricca di acido folico, ma è importantissimo mangiarla appena tagliata.

È consigliabile lavare velocemente le verdure, senza tenerle troppo tempo immerse nell’acqua e prediligere una cottura a vapore non troppo prolungata.

Ridurre o evitare tabacco e alcol che bloccano l’assorbimento delle vitamine del gruppo B.

 

Speriamo di esservi stati d’aiuto, vi lasciamo alla puntata in radio per informazioni più dettagliate.

 

Grazie a tutti,

Spirit of Dolomites.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

Newsletter

Ultimi articoli

I vostri commenti