0
Your shopping cart is empty!

Il medico vi aiuta: l'intestino

Rate this item
(0 votes)
Written by Venerdì, 15 Febbraio 2019 08:30;
Published in News;

Buongiorno cari lettori, siamo tornati con la nostra rubrica “Il medico vi aiuta” con la dottoressa Patrizia Gilmozzi. Oggi parleremo dell’intestino.

L’intestino è l'ultima parte dell'apparato digerente e il suo compito è quello di finire la digestione e assorbire tutte le sostanze necessarie al nostro corpo per sopravvivere.

Dopo la tappa nello stomaco il cibo passa nell’intestino e per attraversarlo impiega dalle 3 alle 10 ore, mentre i movimenti peristaltici prodotti dalla muscolatura delle pareti, lo spingono verso l’intestino crasso, l’ultima parte del tubo digerente.  Qui il cibo resta per 48-72 ore. Il tempo di assimilazione può cambiare da persona a persona, così come quello di evacuazione delle feci.

Stitichezza

Come abbiamo appena detto il tempo di evacuazione cambia da persona a persona, per questo motivo non dovete preoccuparvi eccessivamente se non andate di corpo regolarmente tutti i giorni. Evitate di fare uso di lassativi ogni volta che non andate di corpo perché spingerete l’intestino ad essere ancora più pigro e per funzionare avrà sempre bisogno di questi medicinali.

Se la stitichezza vi genera gonfiore, pesantezza o altri tipi di problemi aiutatevi con l’alimentazione, erbe o clisteri con l’olio, la camomilla o quelli già pronti che potrete trovare in farmacia.

Evitate di provocarvi la diarrea con i lassativi o irriterete l’intestino peggiorando la situazione.

Mangiate pane integrale, miele a colazione, prugne secche, kiwi, mele cotte. Se è stagione e non siete diabetici mangiate l’uva. Al mattino prendete l’abitudine di bere a digiuno un cucchiaio d’olio extra vergine di oliva. Evitate le conserve e le spezie perché possono creare dei disturbi all’intestino. Fate ginnastica, concentrandovi sull’addome per rieducare l’intestino pigro. 

Se non avete il tempo di fare ginnastica, evitate di prendere l’ascensore e fate le scale; se siete fermi in un luogo ad aspettare fate rientrare e sporgere l’addome per una dozzina di volte stando in piedi, in questo modo riattiverete l’intestino.

Potrete optare anche per delle erbe, facendovi delle tisane.

Tisana malva e rosmarino

Ingredienti:

  • 1 pizzico di malva
  • 2 pizzichi di fiori di rosmarino
  • 4 foglie di cicoria selvatica
  • 1l di acqua

Preparazione:

Versate l’acqua bollente sulle erbe e lasciate riposare per circa 10-15 minuti, avendo la cura di coprire la pentola.

Bevetene 2 tazze al giorno e vedrete che l’intestino si riattiverà.

La diarrea

Se siete colpiti da diarrea a causa di un virus, batteri o perché avete mangiato male dovrete intervenire subito con una giusta alimentazione. Optate per il riso bollito, evitate il latte e tutte le verdure finchè la diarrea non sarà terminata.

Potrete invece mangiare la banana che ha un grande potere astringente. Potrete mangiare le carote, le mele crude. Bevete molto per evitare di disidratarvi. Bevete delle tisane.

Tisana calmante

Ingredienti:

  • 1 pizzico di menta piperita
  • 2 pizzichi di radice di angelica
  • 1l di acqua.

Procedimento:

Versate l’acqua bollente sulle erbe e lasciate riposare per circa 20 minuti, avendo la cura di coprire la pentola. Bevetene due tazze al giorno per alleviare il disturbo della diarrea.

Se la diarrea dura solo un paio di giorni non preoccupatevi, ma se invece non passa andate dal vostro medico.

Vermi

Nel caso in cui abbiate i vermi dovrete andare dal medico e prendere dei farmaci appositi.

Inoltre mangiate l’aglio crudo, la zucca, le zucchine, le carote e bevete infusi di timo perché vermifughi naturali.

 

Speriamo di esservi stati d’aiuto e di avervi indicato qualche rimedio utile. Vi lasciamo alla puntata in radio per informazioni più dettagliate.

 

 

Grazie a tutti,

Spirit of Dolomites.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

Newsletter

Ultimi articoli

I vostri commenti