0
Your shopping cart is empty!

Insonnia

Rate this item
(0 votes)
Written by Venerdì, 09 Novembre 2018 09:00;
Published in News;

Il progresso è diventato una sorta di "gioco delle sedie" senza fine e senza sosta, in cui un momento di distrazione si traduce in sconfitta irreversibile ed esclusione irrevocabile. Invece di grandi aspettative di sogni d'oro, il "progresso" evoca un'insonnia piena di incubi di "essere lasciati indietro", di perdere il treno, o di cadere dal finestrino di un veicolo che accelera in fretta.

Zygmunt Bauman

 

Ansie, pensieri, il materasso troppo duro, troppo morbido, la temperatura troppo fredda, troppo calda, la posizione sbagliata, il partner che russa, la giornata che è andata male… troppi, troppi motivi che non ci lasciano dormire.

Come dicevamo in un vecchio articolo, il progresso ci ha portato ad un modo di vivere troppo stressante. Si corre da una parte all’altra tutto il giorno: si corre al lavoro, si corre per portare i figli a scuola, agli allenamenti, si corre per andare in palestra. Molto spesso si fanno anche diete completamente sbagliate perché suggerite dall’amica o dalla rivista del momento.

Arriviamo alla sera che siamo stanchi e nervosi e finiamo con il non avere voglia di fare più niente. Non distraendoci e rimanendo agitati quando ci corichiamo non riusciamo a prendere sonno o ci svegliamo continuamente durante la notte.

Le cause dell’insonnia, escludendo, ovviamente malattie gravi, o patologie di un certo tipo, spesso sono strettamente correlate a disturbi emotivi come depressione, stress, ansia, preoccupazioni familiari etc.

In alcuni casi potrebbero anche essere legate a condizioni ambientali, cambi di stagione, jet lag, cattiva alimentazione o a causa di un materasso o cuscino sbagliato.

Prima di parlare, però, delle conseguenze del non dormire e quali soluzioni cercare per stare meglio, dobbiamo capire quale sia il tipo di insonnia che ci affligge.

Tipi di insonnia

Esistono tre tipi di insonnia:

  • iniziale, quando si fatica ad addormentarsi;
  • centrale, quando il sonno non è continuo e ci si risveglia diverse volte durante la notte;
  • terminale, quando il risveglio mattutino avviene troppo presto.

Inoltre l’insonnia viene classificata anche in base alla durata:

  • occasionale, quando dura per pochi giorni ed è legata a fattori come malattie, ansia, rumori, temperatura ambientale inadatta, jet lag etc.;
  • transitoria, quando il disturbo si prolunga fino a tre settimane;
  • cronica, quando il disturbo perdura nel tempo.

Cerca di analizzare la tua situazione, di classificare la tua insonnia e di trovare le cause che scatenano questo disturbo. Ti aiuterà a capire quali siano le soluzioni più giuste per te.

Le conseguenze dell’insonnia

L'insonnia provoca effetti più o meno gravi sullo stato del nostro benessere fisico e mentale. Può provocare sonnolenza, diminuzione della concentrazione, problemi legati alla memoria, irascibilità, stanchezza e spossatezza, peggiorando la qualità della nostra vita.

Come il nostro smartphone, anche noi abbiamo bisogno di ricaricare le batterie. Se non dormiamo anche il sistema immunitario ne risentirà e per ovvi motivi ci ammaleremo molto più facilmente.

 

Come migliorare il sonno

Ovviamente la prima cosa da fare quando l’insonnia diventa un problema duraturo è quello di rivolgersi ad un medico che possa indirizzarci verso la soluzione più corretta.

Ma cosa possiamo fare nel nostro piccolo per migliorare il nostro riposo?

  • Cerca di andare a dormire e di alzarti sempre alla stessa ora, anche se hai dormito male la notte precedente.
  • Se ti svegli prima del suono della sveglia, alzati, è inutile girarsi e rigirarsi nel letto; ti stancherai di più e diventerai nervoso.
  • Evita attività fisica impegnativa prima di coricarti. Cerca di rilassarti leggendo un libro, ascoltando una musica tranquillizzante. Parola d’ordine: RELAX!
  • Evita di bere caffè o bevande eccitanti prima di andare a dormire, prediligi tisane che aiutano il sonno.
  • Non fumare prima di andare a dormire e se riesci smetti definitivamente, non fa bene alla salute!
  • Trasforma la tua camera in un’“oasi di pace”. Trova un materasso e un cuscino adatti a te, cambia l’aria prima di andare a dormire, profuma l’ambiente con fragranze rilassanti.
  • Mangia ad orari regolari ed evita pasti abbondanti la sera.
  • Fai un po’ di attività fisica durante il giorno.
  • Esponiti regolarmente alla luce solare, ciò favorisce il corretto ritmo circadiano.
  • Creati una routine serale. Prima di coricarti ripeti delle azioni che ti aiutino ad entrare nell’ottica che devi andare a dormire e che ti aiutino a rilassarti. Ad esempio potresti: bere una tisana sempre alla stessa ora, leggere un libro, andare in bagno a lavarti il viso e i denti, cambiare aria alla stanza, accendere un diffusore di profumo, etc… 
  • Comprati uno dei nostri cuscini o la nostra fragranza al cirmolo! Uno studio scientifico sperimentale condotto dagli esperti di ricerca umana dell’Istituto Universitario di Tecnologia della Salute e Prevenzione di Weiz, in Austria, ha confermato gli effetti positivi del cirmolo sul nostro organismo.

Si è scoperto che gli oli essenziali e le resine presenti in questo particolare legno sono in grado di abbassare e stabilizzare il ritmo cardiaco durante il sonno, permettendoci di dormire bene. Una frequenza cardiaca ridotta favorisce un migliore riposo notturno e si associa ad un movimento più dinamico dell’organismo durante la giornata.

 
Prova questi rimedi e facci sapere!

Attenzione! Sconsigliamo fortemente di ricorrere a sonniferi senza la previa consultazione del medico. L'uso incontrollato di questi medicinali può indurre la manifestazione di effetti collaterali e di una dipendenza.

Ogni singolo caso di insonnia va studiato ed affrontato con l’aiuto di un medico che, dopo aver esaminato e valutato il tuo quadro generale, potrà prescriverti la terapia più idonea, modulare il dosaggio e calcolare le tempistiche.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

Newsletter

Ultimi articoli

I vostri commenti